Diga Furore. Morti due operai mentre erano al lavoro. Uno è di Naro

Tragico incidente mortale all’interno della Diga Furore di Naro,  A perdere la vita sono due operai agrigentini i cui corpi – caduti all’interno di una cisterna dopo un volo di circa 20 metri – sono ancora in fase di recupero Al momento si conosce l’identità di uno dei due operai coinvolti nell’incidente: si tratta di Franco Gallo, 50 anni di Naro; ancora sconosciute le generalità del secondo di cui si sa solo essere un operaio originario di Favara.

I due stavano effettuando lavori di manutenzione alla Diga Furore, in territorio di Naro: erano a bordo di un cestello che li stava trasportando a circa 20 metri di altezza quando, per cause ancora da chiarire, si sarebbe spezzata la catena che li sorreggeva e i due operai sono caduti all’interno della cisterna, di quelle usate per la raccolta dell’acqua piovana e lo stoccaggio.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della tenenza di Naro e tre squadre di vigili del fuoco che stanno tutt’ora cercando di recuperare i corpi Presente anche un elicottero che però è rimasto fermo. Il nucleo “Saf” dei vigili del fuoco e’ riuscito ad individuarli; e’ stato fatto scendere, attraverso una scala, anche un medico che ha accertato il decesso dei due lavoratori Il magistrato di turno della Procura della Repubblica di AGRIGENTO ha autorizzato il recupero delle salme.

La diga Furore è un bacino artificiale – costruito tra il 1980 e il 1992, destinato alla raccolta delle acque piovane Al giorno d’oggi l’invaso non è completamente pieno ed è utilizzato prevalentemente come invaso di servizio della Diga San Giovanni con la quale è collegato.

NO COMMENTS

Lascia un Commento: